Buongiorno readers, è arrivato il momento di parlarvi di questa serie manga che mi ha fatto emozionare e ridere. AMAMI LO STESSO di Aya Nakahara, quanto mi sarà piaciuto?

Amami lo stesso: dove la protagonista “sbava” per la carne

Amami lo stesso è la nuova serie manga di Aya Nakahara, una famosa fumettista giapponese. Questa mangaka ha fatto il suo esordio in Italia col celebre manga “Lovely complex”, scalando subito le classifiche.

Le mirabolanti avventure di Iznogoud, il Gran Visir di Baghdad che ha un solo desiderio: diventare califfo al posto del califfo.

Dal creatore di Asterix, René Goscinny e da Jean Tabary, la serie che strappa risate continue facendo riflettere sul nostro mondo.

Amami lo stesso con i suoi 10 volumi si è distinto dai manga che lo hanno preceduto, con una trama decisamente più matura.

Michiko Shibata è senza lavoro ma fa di tutto per il suo ragazzo, letteralmente. Per poterlo fare felice si priva delle cose che vuole e compra accessori e vestiti per lui, ma ha bisogno di trovare in fretta un lavoro prima di morir di fame e perdere l’interesse del suo amato. Michiko però scopre che il suo ragazzo non è veramente interessato a lei; depressa e dopo una serie fallimentare di colloqui di lavoro si imbatte in Kurosawa, un suo ex capo che non le è mai stato simpatico.

Seguivo questo manga su internet, tradotto in inglese, ancor prima di essere pubblicato in Italia. Appena visto in libreria, non mi sono fatta sfuggire l’opportunità di possederlo.

Aya ha decisamente tessuto una trama fenomenale, per quanto possa essere semplice ci troviamo ad affrontare tematiche come l’amore in modo totalmente diverso da altre sue opere.

Michiko è una ormai trentenne molto ingenua, sopratutto seguendo l’idea dell’amore che si è fatta negli anni. Solamente quando si trova sull’orlo del baratro, incontra il suo ex capo. Kurosawa è un uomo tutto d’un pezzo, talvolta egoista pronto a seguire solo i propri desideri senza coinvolgere gli altri, ma nasconde un lato premuroso. L’interazione tra questi due è fin da subito frizzante e comica.

Michiko mi ha decisamente colpita con la sua forza e la facilità di attirare tutti a sé con la sua solarità proprio come un girasole. A rendere ancora più comica questo shoujo sono tutti gli appellativi tra i nostri due protagonisti, vi confesso che il mio preferito è “porco occhialuto”. Ma a non mancare è la ciliegia sulla torta, la passione un po’ strana della protagonista verso la carne, che fa sorridere al solo pensiero.

Questa storia rende evidente la vita quotidiana di un adulto, in questo caso una donna che si sente debole e non riesce mai a dire di no a nessuno. La sua ripresa in mano della sua vita mi ha rafforzata e divertita allo stesso tempo.

Ho amato veramente questo manga, lo consiglio a tutti che voglio farcela.

Classificazione: 5 su 5.

Clara!

Informazioni sull'autore

Sono la Boss di Dreamage Blog, ma sotto sotto sono la più ansiosa delle blogger e quella che legge di più. Viaggio e fotografo in giro per il mondo, ma insieme a me ho sempre qualcosa da leggere, non importa il genere!

Ti potrebbe piacere:

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: