Attualità,  Collaborazione

The best book of… 2019!

Buon sabato readers, come state? Avete fatto una scorpacciata di cibo ai mega-pranzi delle feste? Ma bando alle ciance, oggi parliamo dei libri che ci sono rimasti nel cuore di questo 2019, chissà quali sono.

Siete curiosi?

Clara: «Ho scelto “Basta poco per innamorarsi” perché la sua dolcezza mi ha confortato in questo anno di pensieri e momenti difficile, entrando nel mio cuore e nei miei sogni. Chiara ha un piccolo talento al pari di una perla preziosa. »

Alessia: «Ho scelto questo libro perché mi ricorda il mio amore per la Sardegna analogo all’amore che la protagonista nutre per l’isola d’Elba e, inoltre, mi sono ritrovata parecchio nelle parole dell’autrice.»


Clara: «Musica è un romanzo forte e travolgente, Yukio Mishima ha scritto un romanzo in grado di mostrare l’anima dei personaggi e dello stesso lettore. Ho amato mettere a nudo i miei pensieri durante la lettura del romanzo, scoprendo i miei difetti e ciò che mi impedisce di lasciarmi sempre andare.»

Sara: «Per questo genere ho scelto il romanzo di Seconda Carta. Mi è piaciuto davvero molto, mi sono sentita parte del racconto e sono riuscita ad vivere con la mia immagine ogni piccolo dettaglio del romanzo. È una storia piacevole e semplice per chi ha bisogno di un break e una calda tazza di tè speziato.»


Clara: «Il romanzo contemporaneo è sempre un genere piuttosto versatile, a volte sulla stessa lunghezza d’onda dello Young adult, è forse per questo che ho scelto per questo genere “Punizione divina” di Paola Chiozza. Vi starete chiedendo come mai, ma la risposta è più semplice di quanto possa sembrare. Il buon umore che questo romanzo mi ha dato la carica e forse dato coraggio per prepararmi alla laurea che avverrà a Gennaio, perciò lo scelgo per questo 2019 come monito del sorriso.»

Alessia: «Per questo genere ne ho scelti due, il primo è “Cara cognata ti odio”. Ho scelto questo libro perché mi ha fatta morire dal ridere, ma allo stesso tempo mi sono immedesimata nei personaggi poiché con il fidanzato di mia sorella non ho un buon rapporto. Come seconda scelta mi sono concentrata su “Top secret -love story”, l’ho scelto perché si tratta di un amore strano che vede al centro della storia una ragazza con una figlia che sta divorziando e si infatua del cantante della band famosa dell’Inghilterra se non sbaglio ed è un amore che non capita tutti i giorni di sentire e io da inguaribile romantica che sono, mi sono innamorata. Entrambi coinvolgenti e preziosi.»


«Lo stile inconfondibile di Giacomo Assennato mi è entrato nel cuore e niente in questo anno è riuscito ad essere alla sua altezza. Legarmi alla storia è sempre un impresa, sono di gusti difficili e niente mi prende come meriterebbe, quest’anno ho scoperto questi romanzi nati dalla mente di Giacomo. Li ho apprezzati, divorati e certamente arriveranno in cartaceo nella mia libreria poiché si sono conquistati il loro posticino! »


«È un thriller che non si può non amare ed è anche incentrato sulla mia città natale, ho apprezzato tanto la descrizione della mia Zena (Genova). Ho vissuto con la mia pelle con i protagonisti ogni momento del caso insolito che doveva risolvere, sentendomi a casa nonostante in quel periodo fossi in Marocco.»


Clara: «Per questo genere ho scelto la serie di Acotar, meglio conosciuta come “La corte di rose e spine” ancora non recensito sul blog, ma presto la troverete anche qui. Al primo acchito non ero colpita dalla serie, ero affascinata dalle copertine inglesi e statunitensi, arrivato in Italia ho deciso di leggerlo e scoprirlo. Ottima scelta! Romance e fantasy fusi in un fugace ma forte attrazione narrativa, pensate che l’ho riletto ben cinque volte negli ultimi due mesi. »

Alessia: «Ho scelto “Luna d’inverno” perché la scrittrice ti fa entrare dentro al romanzo anche con sole due battute, ho amato il coraggio dell’autrice e spero di averne ricavato un pochino leggendo questo romanzo e infine la mia scelta è stata guidata in parte dal mio amore per gli animali. »


«La scelta è stata ardua, ma ho dovuto farla. Anarchy è una delle ultime letture di questo 2019, mi ha colpito l’idea di base della storia e l’ambientazione. Ve ne parlerò meglio in una recensione e al termine della mia lettura di Loyalty, ma posso già dirvi che Grace e Hayden sono parte di me ormai.»


«Ho scelto questi due romanzi perché mi hanno colpito per due aspetti distinti: il primo, “La stagione dei narcisi” mi ha riportato pesantemente coi piedi per terra ricordandomi il passato delle donne e le loro vittorie. Al contrario “Ray of darkness” è stato in grado di farmi apprezzare in modo diverso la pirateria e, inoltre, la storia d’amore è »


«Per questo genere scegliere è stato naturale e semplice, non potevo non essere più che certa che i romanzi di Michela Monti potessero entrare nel mio cuore. Oltre che essere una grande donna, ha un talento che sicuramente la porterà lontano. Spero che nel 2020 il terzo volume mi farà riscoprire la tua calda scrittura e il patos tipico dei tuoi romanzi. »


«Donne senza paura è sicuramente una novel che deve essere letta, colpisce e istruisce il lettore sul passato e su tutte le conquiste delle donne per quanto riguarda gli odierni diritti. Ho amato le illustrazioni, la scelta stilistica e il filo conduttore, si poteva dire molto di più certo, ma si sà l’essenziale è sempre la scelta migliore.»


Clara: «Ho voluto nominare in questo genere Miss Miles di Mary Taylor, amica di Charlotte Bronte purtroppo non è mai stata calcolata e presa in considerazione per quanto davvero meriti. La sua scritta è certamente rude, ma ha uno stile forte e coinvolgente che ti ricorda una grande amica a cui confidare i propri segreti. Ve la consiglio.»

Sara: «È storia che si racconta da sola, con un grande capodoglio bianco come narratore della sua vita negli oceani e dei rapporti con gli altri abitanti del mare. È un romanzo leggero e innovativo, che mi ha donato sicuramente molto più di ciò che mi aspettavo dalla sua trama.»


E le vostre scelte di questo 2019 quali sono? Fatecelo sapere nei commenti, sono molto curiosa!

Ricordatevi di fare un salto anche nei blog che hanno partecipato all’idea di Simo, blogger de Il mondo di Sims, alla quale ci tengo a dire grazie per tutto, sia questa piccola collaborazione sia per avermi permesso di leggere così tanti romanzi in questo anno. Grazie Simo.

Clara<3

17 commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *