Collaborazione,  Queen Edizioni,  Recensioni,  Review party

Review party: “L’ANGELO CON LA PISTOLA” di Rita Mariconda.

Buonasera readers! Questa sera vi parlo di un libro edito dalla Queen Edizioni che vi ho già presentato sul blog, oggi infatti andremo ad approfondirlo! Siete curiosi?

La storia vede come protagonisti i nostri Sean e Angelica ( o meglio Angela Caterina Sassi) che a colpi di battute ironiche ci faranno vivere dei momenti unici. Angelica è una scrittrice da poco affermatasi che da Napoli si sta recando a Roma per un firmacopie che secondo i suoi piani dovrebbe portarla via poi dall’Italia, ma ahimè i suoi piani verranno distrutti da una ciocca di capelli incastrata in un bottone della giacca di un uomo proprio su quel treno. Proprio da quell’incontro predisposto dal destino Angelica dovrà rivedere tutta la sua vita, ma l’amore è lì ad ogni battuta ironica.

Rita Mariconda, la scrittrice, descrive gli avvenimenti con sarcasmo e ironia; infatti nei ringraziamenti spiega di aver puntato sull’ironia perché è convinta che una relazione abbia vita più lunga se nella coppia, oltre l’intesa, c’è il tempo di sorridere e di scherzare.

Personalmente ho apprezzato questa scelta narrativa, ha alleggerito la lettura rendendola rinfrescante e interessante. Oltre a ciò bisogna tener conto dello stesso stile dell’autrice che dimostra la semplicità e il piacere stesso di scrivere quel romanzo, caldamente percepito nella lettura.

Concentriamo l’attenzione sui personaggi del romanzo, tutti essenziale e nessuno messo a caso. Angelica e Sean sono certamente ben caratterizzati, ogni loro dettaglio e peculiarità li rende più veritieri ad ogni passo del libro. A sconvolgere e spezzare un po’ la narrazione è la comparsa di Lady Lucilla, un’adorabile vecchietta peperina che non perde mai tempo per criticare e nel far notare le mancanze degli uomini della sua famiglia, soprattutto verso il figlio del quale ne dice di cotte e di crude. Lucilla è sicuramente uno dei miei personaggi preferiti e insieme alla determinazione di Angelica, la sua forza e la sua capacità di leggere le persone, riescono a rendere sempre più avvincente la storia, intrattenendo il lettore al meglio.

A rendere più profonda la storia, a mio parere, è la scelta dell’autrice di porre delle citazioni all’inizio di ogni capitolo con lo scopo di incuriosire e forse far riflettere il lettore.

Vi lascio quella che sicuramente mi ha conquistato:

«Fai le cose difficili quando sono facili e inizia le grandi cose quando sono piccole. Un viaggio di mille miglia deve iniziare con un singolo passo.»

LAO TZU

Ho divorato il romanzo in poche ore e alla fine è stato difficile ritornare alla realtà, volevo ancora di più e leggere altro. L’angelo con la pistola ha certamente avuto un effetto unico su di me, che da un po’ di tempo ero bloccata nella lettura di qualsiasi libro, quasi nulla mi attirava. Mi è piaciuta la scelta di stile della Mariconda e la sua storia mi ha colpito e allietato insegnandomi sempre qualcosa. E’ un romanzo che consiglio a tutti, va letto e vissuto. L’amore è presente, ma non è la parte centrale del romanzo, non è ne pesante ne frivolo semplicemente dimostra il giusto equilibrio. Se non lo avete ancora letto, dovreste proprio farci un pensierino.

Voto: 📚📚📚📚📚

La vostra Clara!

PS: ricordatevi di sostenerci offrendoci un caffè col link di ko-fi a destra dell’articolo! Vi ringraziamo dal profondo del cuore e continuate a credere in noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *