Autore,  Segnalazioni

Segnalazione:”A volte anche la luna è piatta” di Gianni Brandi!

Hi readers, questo pomeriggio vi parlerò di un romanzo pieno di dolore e mistero. La scomparsa di una bambina e un padre che fa di tutto per scoprire la verità sul mistero della sua sparizione. Curiosi?

jhdr_vivi

La tranquilla vita di Roberto, ingegnere edile napoletano, viene sconvolta una mattina di Aprile del 2018. Svegliatosi di soprassalto, entra nella camera da letto della figlia Martina di sette anni, ma la trova vuota. Della bambina nessuna traccia. Perfino la moglie, la madre della bimba, nega l’esistenza di Martina e appare completamente diversa dal giorno prima: non più una mamma trascurata, ma una donna in carriera perfettamente curata e con abiti griffati. Roberto si mette alla ricerca della documentazione che possa testimoniare l’effettiva esistenza della bambina, ma invano: Martina non risulta da nessuna parte, né negli archivi della clinica dov’è nata, né all’ufficio anagrafe. Si reca anche presso la scuola frequentata dalla figlia, ma nessuno la conosce. Incontra uno strano uomo che lo conduce in un borgo d’altri tempi e gli mostra una foto che ritrae Martina abbracciata ad una donna sconosciuta. È così che ha inizio l’avventura di un padre alla ricerca di una figlia forse mai esistita, un viaggio che lo porterà in un universo di legami e situazioni che superano i confini spazio-temporali… perché, in fondo, siamo noi che con le nostre scelte decidiamo il nostro destino, nel presente, nel passato o nel futuro.


Una trama sensazionale, che si prende possesso del nostro bisogno di sapere, attirandoci alle sue pagine, dove un uomo entra nella camera della sua principessa per controllarla però stranamente non ka trova e con il tempo si rende conto che l’intero mondo sembra averla cancellata, come se non fosse mai esistita.

Cosa sarà successo alla sua bambina? E com’è possibile cancellare dalla memoria degli uomini un giovane angelo con lei?

La vostra sara!

PS: non dimenticatevi di sostenerci sul sito di Ko-fi, offrendoci un caffè. Se volete aiutarci a pagare le spese del blog, vi basterà andare a cliccare sull’immagine nella colonna di destra. A chi ci sostiene nel silenzio vogliamo dire Grazie di cuore, state aiutando tre ragazze in una passione alle volte costosa. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *