Autore,  Collaborazione,  Review party

Review Party:”Grida il mio Nome” di Chiara Cavini Benedetti!

Buon pomeriggio lettori! Oggi vi parlo più approfonditamente del romanzo che tanto aspettavo di leggere di Chiara Cavini Benedetti! Per scoprire il mio pensiero non vi resta che continuare a leggere l’articolo!

Grida il mio nome di Chiara Cavini Benedetti parla di due ragazzi, entrambi con un passato brusco che fanno fatica ad aprirsi e a fidarsi delle persone a loro vicine.

Il libro inizia con il punto di vista di Amber Riley, la protagonista del nostro romanzo, che distrutta interiormente dal passato sta cercando di lottare per ritornare quella di prima. Durante la notte i suoi incubi ritornano, sempre più forti, portandola a gridare talmente forte che l’indomani non riesce ad emmettere suono per quanto la gola le faccia male. Il suo personaggio è particolare perché nonostante non riesca a parlare, il linguaggio del suo corpo parla per lei e questo non tutti ne sono capaci.

Durante la narrazione Amber, dentro di me sentivo la voglia di aiutarla, confortarla e rassicurarla che sarebbe andata meglio. Ho provato queste emozioni perchè l’autrice è stata talmente brava a descriverle che sembra che le siano successe a lei.

Noah Davis, è il nostro badboy della situazione con un passato pieno di cicatrici e una voglia di prendere a pugni qualsiasi cosa gli capiti sotto mano. Oltre a questo nel romanzo da quando arriva Amber nella scuola è curioso di scoprire i misteri che circondano il suo silenzio. Nonostante questo Noah è singolare perchè anche se non lo da a vedere ha bisogno di qualcuno che lo ascolti e che si prendi cura di lui.

All’inizio quando mi sono imbattuta nelle sue parole, azioni, pensavo che fosse come tutti i ragazzi spavaldi, con la voglia di mettersi nei guai con il “paparino” che le leccava il culo dove passava per mettere a posto i casini che combinava, ma andando avanti mi sono dovuta ricredere.

Il romanzo in sé mi ha conquistato, l’autrice ha descritto: personaggi, ambiente, azioni, emozioni con un linguaggio semplice non troppo complicato da tenermi appiccicata al libro fino a finirlo in un batti baleno.

La lettura è stata piacevole, lo scambio di battute ha provocato in me la nascita di un sorriso. La voglia di riscattarsi della protagonista mi ha fatto ricordare che non bisogna arrendersi mai davanti agli ostacoli anzi bisogna affrontare come ha fatto Amber insieme a Noah gettandosi nel “fuoco”.

Consiglierei la lettura di questo romanzo a tutte quelle persone che hanno voglia di mettersi in gioco e che si sentono sole nonostante al loro fianco ci siano gli amici pronti a sostenerli. Per quanto mi riguarda quando mi capita di sentirmi come Amber cerco di parlare con la famiglia o con la mia migliore amica perché quando poi si tiene tutto dentro si finisce per scoppiare come una bomba.

Voto:📚📚📚📚.5/5

La vostra Alessia!

+ posts

Sono la più piccola del team. Amo leggere i romance e i fantasy ma allo stesso tempo mi piace gustare i popcorn davanti a un film.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *