Autore,  Collaborazione,  Recensioni,  Review party

Review Party -“Forse eri tu il mio destino” di Michela Soprano!

Buon pomeriggio lettori! Oggi vi parlo del romanzo di Michela Soprano che ci farà volare con lei dall’Italia fino a fermarsi all’ospedale di New York, dove incontreremo i nostri protagonisti. Ma chi sono? Cosa succederà? Scorrete per scoprirlo!

I protagonisti di questo medical romance sono: Ollie, affascinata fin dall’infanzia dal lavoro del padre e sogna di diventare medico, preferendo l’allegro chirurgo al posto di altri giochi, nonostante le difficoltà che si presenteranno farà di tutto pur di realizzarlo.

Cosa penseranno i suoi genitori di questa scelta?

Purtroppo questo sogno non lo potrà condividere con i suoi genitori a causa di un incidente d’auto che glieli strapperà via, lasciandola sola con tata Henrietta.

Partire per New York e lasciare l’Italia per lei rappresenterà una grande sfida e conoscere Duncan, di certo non era nei suoi piani, perché la scuoterà sentimentalmente.

Ollie ha conquistato il mio cuore fin dalle prime pagine, con la sua dolcezza, timidezza e i suoi sacrifici mi ha mostrato una vocazione unica, in cui una grande professionalità e i nervi saldi nel posto di lavoro sono d’obbligo per un chirurgo.

Abbiamo già menzionato Duncan, il chirurgo di traumatologia che scuoterà la nostra Ollie. Lui è bello e passionale, ma allo stesso tempo scostante nelle relazioni serie, poiché non desidera impegnarsi con nessuna per il suo passato tormentato, nonostante ciò dimostrerà di possedere un gran cuore nei confronti delle persone a cui vuole bene. La sua storia personale è interessante e si percepisce in lui un certo tormento interiore.

Duncan e Ollie all’interno della storia faranno scintille, anche se sono caratterialmente molto diversi, l’attrazione tra loro è innegabile, presto però la passione che li lega si trasformerà in amore.

La bravura dell’autrice nel descrivere le emozioni dei protagonisti, ma anche determinate situazioni in ospedale, mi hanno fatto apprezzare ancora di più il romanzo e ciliegina sulla torta ho trovato caratterizzante  l’uso dei termini medici.

Nonostante i pregi che ho già espresso prima, il medical romance contiene anche delle pecche come ad esempio la poca caratterizzazione dei personaggi, avrei preferito sapere di più sui personaggi secondari e vedere una loro tridimensionalità.

Il romanzo mi ha incuriosito tanto, a tratti divertito grazie al suo stile piacevole e fresco che invoglia il lettore a proseguire fino alla fine senza perdersi nei momenti più clou.

Voto:📚📚📚📚/5

La vostra Alessia!

+ posts

Sono la più piccola del team. Amo leggere i romance e i fantasy ma allo stesso tempo mi piace gustare i popcorn davanti a un film.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *