chiedimi un desiderio -banner
Autore,  Recensioni,  Review Tour

Review Tour: “Chiedimi un desiderio” di Chiara Cavini Benedetti!

Buon pomeriggio lettori! Oggi vi parlo più approfonditamente del secondo romanzo della serie Silent Love che tanto aspettavo di leggere di Chiara Cavini Benedetti! Mi sarà piaciuto?

«Dimmi perché. Perché ti rifiuti di dire che mi vuoi.» «Perché se riveli i tuoi desideri, quelli non si avverano.»

Per tutta la vita, Logan Cole ha indossato una maschera. Una maschera fatta di arroganza e presunzione, con cui ha sempre nascosto i suoi segreti al resto del mondo.

Per tutta la vita, Zoe Morgan ha costruito delle barriere. Delle barriere fatte di sarcasmo e risposte pungenti, con cui si è sempre protetta da chi voleva avvicinarsi troppo.

Quando Zoe comincia a frequentare la prestigiosa Liberty High, ha un unico obiettivo: stare alla larga dal ragazzo con il sorriso perfetto e lo sguardo provocante. Lui è tutto ciò che dovrebbe odiare. Tutto ciò che non dovrebbe desiderare. 

Ma Logan non riesce a fare a meno di lei, e per Zoe resistergli diventa sempre più difficile. Vorrebbe solo avvicinarsi a lui quel tanto che basta per abbassargli la maschera e scoprire cosa nasconde sotto. 

Il problema con i desideri, però, è che quando si avverano non è possibile tornare indietro. E non sempre sono i sogni ad avverarsi. A volte, sono gli incubi.


chiedimi un desiderio - immagine

Chiedimi un desiderio di Chiara Cavini Benedetti parla di due ragazzi che hanno costruito una maschera, una barriera per ripararsi dal resto del mondo in moto tale da non avvicinare troppo le persone. 

Parlando di “maschera” non posso non pensare ad una mistificazione pirandelliana, simbolo alienante, che ritroviamo all’interno del libro quando si fa riferimento alle diverse maschere e atteggiamenti dei personaggi. 

Il libro inizia con un flashback di tre settimane prima da parte della nostra protagonista Zoe, la quale incontra alla festa, a cui era andata con Amber e altre sue amiche, Logan per la prima volta e viene inesorabilmente attratta da lui. Il sentimento iniziale che la nostra protagonista prova verso di lui è paragonato a due calamite che vengono attratte da un magnete estremamente potete.

Logan Cole per tutta la vita si è nascosto dietro una maschera resistente fatta di arroganza e presunzione, con cui ha sempre celato i suoi segreti al resto del mondo, proteggendo e amando sua sorella, ma da quando incontra Zoe non riesce a fare a meno di lei, di punzecchiarla, di desiderarla peccato che Zoe da quando frequenta la Liberty High si è imposta di stargli alla larga.

Ci riuscirà? 

Il romanzo in sé mi ha conquistato fino a farmi divorare l’ultima pagina sia per l’accuratezza descrittiva sia per la caratterizzazione dei personaggi, che durante la lettura divenivano quasi reali tanto da raccontarmi la loro incredibile storia, le loro paure e la grande fatica di abbattere i propri muri e togliersi le maschere di cui si sono circondati.

Le emozioni provate sono talmente tante che descriverle a parole è difficile come per Grida il mio nome e l’unica soluzione è provarle leggendo il libro.

Ho divorato il libro come si mangia una merendina che non mangi da tanto tempo e ne vuoi sempre di più per questo quando avevo letto Grida il mio nome non vedevo l’ora di leggere il secondo libro come adesso non vedo l’ora che esca l’ultimo romanzo di questa meravigliosa saga.

Questo libro è la prova che i desideri alle volte si avverano alle volte invece no. Fortunatamente questo non è il caso ahah.

Voto: 📚📚📚📚.5 / 5

Alessia!

Ti piacciono i nostri contenuti? Sostieni il nostro blog donandoci un caffè sul sito di Ko-fi !

+ posts

Sono la più piccola del team. Amo leggere i romance e i fantasy ma allo stesso tempo mi piace gustare i popcorn davanti a un film.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *