il prezzo della felicità
Collaborazione,  Literary Romance,  Recensioni

A metà tra Germania e Russia: «Il prezzo della felicità»

Buongiorno readers! Oggi vi parlo nel dettaglio del libro di Valentina Fontan, un romance ad impronta storica che attrae e incatena, curiosi?

Un libro in cui si tessono insieme la cultura tedesca e quella russa. Sarà una buona riuscita?

1876.

Tra le buie e malfamate vie della periferia di Whitechapel, vive Sarah, un’orfana come ce ne sono tante a Londra. Tra furti e fughe, nascondigli e lotte per la sopravvivenza, la sua vita sta per cambiare.

Nel frattempo, ad Alpatraum, in Sassonia, alla nobile famiglia Graze viene recapitata una lettera datata 1866: si tratta di una richiesta d’aiuto da parte della cugina Angelika, scappata anni prima con il suo amato.

La missiva menziona una bambina da ritrovare, sperando che sia ancora viva per raccontarle la verità. Ha così inizio una turbolenta avventura che coinvolgerà nobili, camerieri, e giovani donne per niente disposte a sottostare alle regole di corte.


Questo libro è stato un trasporto di sensazioni di cui non avevo alcuna idea, eppure mi ritrovo qui a pensare a quanto sia grata alla casa editrice per l’occasione gentilmente concessami di poter leggere Il prezzo della felicità in cartaceo.

Il romanzo è un intreccio attento di lotte di potere tra la potenza tedesca al tempo di Guglielmo e la potenza russa, in una narrazione avvolgente in grado di conquistare con semplicità il lettore.

La storia si concentra fin da subito sulla figura di Sarah, personaggio principale che incontriamo da prima come piccola ladruncola di una Londra dei sobborghi e luoghi poco affabili, in cui vivere e sopravvivere è difficile. La sua vita cambierà in uno scontro diretto.

Da orfana a nobile…

Sarah è un personaggio ricco di mille sfumature, prima in assoluto la sua forza d’animo che non riesce mai a sottomettersi ad altri, nell’evolversi della storia dimostrerà anche di essere una donna astuta poco incline a bersi le “frottole” altrui. Se fin da subito Sarah mostra il suo lato forze, nel romanzo però riusciremo a leggere e comprendere maggiormente il suo carattere temprato in profondità dalle avversità del passato, che la renderanno sempre una bambina alla ricerca di una famiglia.

Ad affiancare l’interesse verso Sarah, il lettore conoscerà anche il giovane Alec che insieme al padre si recherà a Londra alla ricerca della cugina scomparsa e subito rimarrà colpito dal magnetismo di quest’ultima.

Alec è il cugino di Sarah, un giovane tedesco dotato di intelligenza e sensibilità che lo distingueranno nel suo ruolo militare. Nonostante un apparsa veloce all’inizio, che non ne fa intendere il ruolo cruciale nella storia. Alec avrà un incontro impattante con Sarah, insieme ci mostreranno un legame interessante e in contemporanea una grandissima sintonia.

Narrazione precisa e coinvolgente!

Valentina Fontan è quell’autrice in grado di tenere alta l’attenzione del lettore fino all’ultimo attraverso uno stile ricco e attento alla costruzione storica dell’ambientazione del romanzo. Nella storia il lettore dovrà districarsi in situazioni misteriose, spionaggio nazionale (sul quale sono tutt’ora titubante per l’attendibilità storica), intrighi di corte e manovre di politica internazionale.

L’ambientazione storica risulta essere interessante e abbastanza precisa, con un buon incastro di quei personaggi storici reali senza alienarli dalla tessitura storica del romanzo e con una chiarezza imperturbabile delle posizioni politiche. A contornare l’ambientazione storica abbiamo un’intelligente uso delle descrizioni di ambienti, palazzi e città europee che riescono con forza ad incuriosire il lettore donandogli una vista del 1876.

Il prezzo della felicità è un romanzo con molti punti forti, uno dei più importanti è la storia completa e vincente in grado di conquistare chi sceglie di addentrarcisi dentro. Tra colpi di scena e sentimenti ci destreggeremo tra i cambi di scena e le descrizioni complete che ci permetteranno di raffigurare istantanee nelle nostre menti!

Voto: 📚📚📚📚/5

E tu che personaggio hai amato? Quale invece ti ha deluso di più di questa lettura?

Clara!

Se ti piacciono i nostri contenuti e vorresti sostenerci, puoi farlo sulla nostra pagina su Ko-fi!

Website | + posts

Sono la Boss di Dreamage Blog, ma sotto sotto sono la più ansiosa delle blogger e quella che legge di più. Viaggio e fotografo in giro per il mondo, ma insieme a me ho sempre qualcosa da leggere, non importa il genere!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *