Buongiorno readers! Dopo tanto tempo mi prendo del tempo per parlarvi di un libro che ha spezzato la mia routine grazie al review tour a lui dedicato, parliamo di: LA LEGGENDA DEI NEDER di Roberta Fierro. Pronti?

E tu hai già sentito parlare de La leggenda dei Neder di Roberta?

Non ancora? Allora ti rimando agli articoli in cui ti parlo di questo nuovo libro:

Ho scelto di partecipare a questo review tour grazie alla gentile offerta che mi ha fatto l’autrice, la quale ci tengo a porgerle i miei più profondi ringraziamenti!

«Milioni di creature spirituali si muovono, non viste, sulla Terra, quando siamo svegli come quando dormiamo. »

John Milton

La leggenda dei Neder in questo travolgente review tour!

La leggenda dei Neder è una lettura che sente il bisogno di emergere dalle acque ormai ferme del genere fantastico, che si avvolge alle figure celestiali degli angeli. Nel momento in cui scoprii la trama di questo libro, ne fui fin da subito colpi e attratta!

In questo libro si vive un’atmosfera diversa dal primo libro che ho letto di questa autrice, Papillon, qui viviamo in un mondo in cui si mischiano elementi biblici alla nostra contemporaneità convogliando in una lettura magica e suggestiva.

Vi confesso che tra i libri più letti nella mia adolescenza, riservo un posto d’onore a quelli che nella sua ambientazione mantengono un legame indissolubile con gli angeli. Il libro della Fierro, nella sua atmosfera accattivante, mi ha riportato mentalmente al periodo in cui leggevo L’angelo caduto di Susan Ee.

La leggenda dei Neder review tour

Se i libri del mio passato mi hanno ammaliato, questo primo volume di Roberta mi ha incantato e stravolto il cuore con la sua narrazione incalzante, annullando con clamore la distanza lettore-personaggi; personalmente ho apprezzato la loro caratterizzazione realistica, vicina e avvolgente, facendomi dimenticare i romanzi della mia adolescenza.

Dopo la lettura di questo libro mi è rimasta impressa a fuoco la protagonista forte e unica, sarà stato il nome Diana che ricordava la mitologia greca in contrasto con il richiamo religioso degli angeli o il suo modo di affrontare le avversità a scolpirsi nei meandri del mio cervello.

Chi mi avrà colpito?

A colpirmi non fu solo la carissima Diana, dal cuore colmo di gentilezza, ma quei begli arcangeli che donano vivacità al romanzo e non solo per la loro caratterizzazione, ma soprattutto perché a differenza dalla consueta iconografia dell’angelo biondo, qui viviamo inclusività e uguaglianza persino nell’aspetto degli angeli così diversi e simili a noi.

Nonostante il finale sospeso nell’aria, il romanzo mi ha incuriosito e coccolato in ogni momento. Mi sono appassionata alla lettura, sia per l’ambientazione sia per la narrazione ritmata. Un libro tra l’angelico e l’emozionante, saprà intrattenervi e portarvi a patteggiare, anche se non vi consiglio di farlo, potrebbero rivelarsi per tutt’altro.

Classificazione: 4 su 5.

Clara!

Informazioni sull'autore

Sono la Boss di Dreamage Blog, ma sotto sotto sono la più ansiosa delle blogger e quella che legge di più. Viaggio e fotografo in giro per il mondo, ma insieme a me ho sempre qualcosa da leggere, non importa il genere!

Ti potrebbe piacere: