Buongiorno readers! Come state? Il portiere di Amy Daws è lo sport romance di cui vi voglio parlare oggi, terzo romanzo che leggo dell’autrice. Come andrà a finire l’amicizia tra Booker e Poppy? Scopriamolo insieme!

Il portiere sarà lo sport romance da mille brividi?

La famiglia Harris è composta da Gareth, i gemelli Tanner e Camden, l’unica sorella Vi, e il più piccolo protagonista di questo romanzo: Booker. Abbiamo incontrato Tanner in La Sfida, Camden in Resistenza e adesso il più piccolo della famiglia Harris: Booker. Arrendersi e Dominare riguarderanno Gareth, e sono parte di una dilogia che segna la fine della saga Harris Brothers.

Grazie a Hope Edizioni per avermi permesso di leggere gli Harris Brothers ma anche per aver tradotto tutti i romanzi della Daws per farci innamorare ancora di più dei fratelli.

Devo ammettere che da quando ho iniziato a leggere il primo romanzo che parlava di questa famiglia particolare, me ne sono innamorata. Una famiglia legata indissolubilmente dal calcio e dalla morte della madre avvenuta anni prima a causa di una brutta malattia.

Questo avvenimento ha portato la sorella Vi a crescere tutto d’un botto per compensare il ruolo di genitore che mancava ai fratelli diventando severa quando serviva ma sempre pronta a sostenerli quando succedeva qualcosa.

Sarà forse questo avvenimento che ha segnato Booker fino a trovare difficile aprirsi ed esporsi agli altri?

Fin da piccolo, Booker vedeva i suoi fratelli spezzare i cuori ad innumerevoli fanciulle e quando iniziava ad affezionarsi sparivano. Da allora ha sempre avuto il timore di innamorarsi di qualcuno e uscirne distrutto. 

Poppy, una bambina tutta sale e pepe che incontrava nel bosco dietro casa sua, è sempre stata il suo punto di riferimento, la sua combinaguai, la sua compagna di giochi, il suo Raggio di Sole, l’unica persona di cui Booker si fidi.

Il portiere di Amy Daws: RECENSIONE

Il ritorno di Poppy sembra cascare a fagiolo siccome la famiglia di Booker sta rapidamente cambiando intorno a lui, facendolo vacillare e i cambiamenti non le sono mai piaciuti. 

Crescendo Poppy e Booker iniziano a provare sentimenti che non conoscono e a comportarsi come fidanzati, peccato però che solo la ragazza se ne accorge e un giorno pronta a confessare tutto scopre che Booker ha portato Sidney, un’altra ragazza, nel loro albero nel bosco. Con il cuore a pezzi decide di abbandonare Londra per fuggire e dimenticarsi di lui in Germania.  

Con il passare del tempo i due ragazzi si sono sempre sentiti per email per tenersi in contatto e quando Poppy gli racconta di dover tornare per lavoro Booker le propone di diventare la sua coinquilina. Essendosi lui appena trasferito in un nuovo appartamento. 

Ci riusciranno? Peccato che una volta insieme, si renderanno conto del cambiamento che hanno avuto nel corso dei 6 anni in cui non si sono visti. L’attrazione fisica che li unirà sarà un bene o un male? Si trasformerà in amore?

Romanzo che si insinua nel cuore, obbligandoti a sviluppare sentimenti per il Portiere, che cerca in tutti i modi di avere tutti nella sua rete. Il Portiere viene narrato da entrambi i personaggi in modo da percepire il pensiero di entrambi. 

Pagina dopo pagina ti ritrovi a ridere, a piangere e a rimanere sotto shock per alcune scene o avvenimenti accaduti che di certo non ti aspetti ma che ti fanno battere il cuore.  

I personaggi sono talmente semplici e reali che ti entrano dentro in modo spontaneo. Amo questa saga, amo i fratelli Harris, sarà forse per colpa di tutti quei muscoli? ahahah non lo so.  

Poppy e Booker sono due personaggi diversi caratterialmente da Indie e Camden o Belle e Tanner. I primi essendo cresciuti insieme mi hanno portato a immaginarli direttamente come coppia. Al contrario Indie e Camden si sono conosciuti in ospedale, conquistandomi fin da subito e facendomi morire dal ridere. 

Personalmente, però, chi mi ha conquistato più di tutti sono stati Belle e Tanner, semplici e particolari, una coppia che non ti aspetteresti. In questo romanzo si parlerà anche di loro e non posso spoilerare nulla, ma ho ancora la bocca aperta. 

Ognuno di loro è in grado di farti palpitare il cuore con la giusta dose di romanticismo, attraversando tematiche, come in questo caso l’abbandono, per nulla banali. 

Avevo paura di leggere questo romanzo, pensavo fosse l’ultimo e, invece, sono rimasta piacevolmente sorpresa di scoprire le avventure di questa famiglia. Non vedo l’ora di approfondire la figura rigida di Gareth, sono sicura che anche lui ci farà provare innumerevoli emozioni. 

Classificazione: 5 su 5.

Conoscevi i fratelli Harris? Fammi sapere nei commenti cosa ne pensi e vota il libro!

Alessia!

Ps. Mi trovate su Goodreads

Informazioni sull'autore

Sono la più piccola del team. Amo leggere i romance e i fantasy ma allo stesso tempo mi piace gustare i popcorn davanti a un film.

Ti potrebbe piacere:

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: