Collaborazione,  Literary Romance,  Review party,  Seconda Carta

Review Party:” La fata maliarda” di Seconda Carta!

Buona sera amici lettori! Oggi vi parlo di un romanzo di Seconda Carta ambientato nella mia terra in Sardegna in particolare modo ad Arbatax. Curiosi?


La fata maliarda è un racconto di racconti ambientati in un paesino della Sardegna, Arbatax, protetto dal golfo dell’Ogliastra. Esso si trasforma a poco a poco, con lo scorrere delle pagine e delle maree, in un melodioso inno a una terra aspra e affascinante, approdo di pace e oasi di tranquillità, ma a volte teatro di insidie e di misteri. Si tratta di una storia d’amore e di poesia delicata, nata tra i riflessi cristallini delle onde, sullo sfondo degli scogli di porfido abbracciati dal cielo azzurro e terso, sospinta su tutte le pagine dal vento della tempesta che solo alfine si placa. Anny e Antoni si scelgono ancora prima di incontrarsi, perché a unirli c’è un’affinità di sentire che travalica le loro singole vicende personali. Il valore del loro legame non risiede tanto nell’autocelebrazione del loro amore quanto nel senso di appartenenza che in esso si riflette.


All’interno del romanzo possiamo trovare diverse emozioni tra cui amore, dolcezza e poesia legati alla terra, al paesaggio, agli abitanti e alle vicissitudini di questo splendido paesello marino, Arbatax.

Nonostante il romanzo sia breve risulta un inno alla Sardegna come è una favola moderna che però affonda le sue radici nel passato, quello legato a un luogo aspro e selvaggio come solo l’isola sarda sa essere uno spaccato popolare, folkloristico a cui ci si appassiona subito.

Il rapporto d’amore di Anny e Antoni ti colpisce profondamente per la sua intensità e purezza di sentimenti, due mondi diversi che si incontrano e creano un legame indissolubile al di là dello spazio e del tempo.

Anny è definita sin dalle prime pagine janedda poiché incanta e compie meraviglie, naturalmente lo è anche Arbatax antica culla sulla costa orientale sarda.

“Ma lo è anche l’Autrice, che, attraverso una narrazione autentica e ispirata, lascia rivivere davanti ai nostri occhi ogni cosa.”

Tra queste righe troviamo dei brani vividi e coinvolgenti in modo da poter “assaporare” i colori, i profumi e le musiche che emergono durante la narrazione. 

Il romanzo risulta scorrevole, corposo, emozionante e denso di avvenimenti, insomma una miscela di fantasia e realtà.

Voto: 📚 📚 📚 📚/5

La vostra Alessia!

PS: non dimenticatevi di sostenerci sul sito di Ko-fi, offrendoci un caffè. Se volete aiutarci a pagare le spese del blog, vi basterà andare a cliccare sull’immagine nella colonna di destra. A chi ci sostiene nel silenzio vogliamo dire Grazie di cuore, state aiutando tre ragazze in una passione alle volte costosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *