Buongiorno readers! Come state? È il mio primo articolo nel blog. Sono Jack e mi presento parlandovi dei 5 libri della mia autrice preferita: Agatha Christie, la madre degli investigatori privati come Hercule Poirot e Jane Marple. Scopriamo insieme che libri ho scelto!

5 libri per conoscermi!

La lettura è sempre stata per me un mezzo di intrattenimento bello e interessante, perché consente di informarsi con i libri d’attualità, di migliorare l’utilizzo della lingua italiana e di addentrarsi in vicende di qualsiasi tipo, all’interno di mondi più o meno lontani grazie a romanzi di narrativa. Ed è proprio in quest’ultima categoria che prediligo maggiormente tuffarmi, nei romanzi polizieschi per la precisione: i cosiddetti gialli, soprattutto quelli di Agatha Christie. 

LE MIE 5 SCELTE PER ENTRARE NEL MONDO DI Agatha Christie!

L’ASSASSINIO DI ROGER ACKROYD

La vicenda si svolge in una piccola cittadina inglese chiamata King’s Abbot, dove Hercule Poirot, ormai ritiratosi dall’attività lavorativa, si trova per coltivare zucche.

L’uomo più facoltoso del villaggio, Roger Ackroyd muore improvvisamente: fin da subito si pensa al suicidio, ma diverse circostanze poco chiare inducono l’investigatore belga a dubitare, a mettere in moto il cervello e a investigare per scovare la verità.

La peculiarità di questo romanzo è il suo narratore, che non è il Capitano Hastings né il classico espositore esterno, ma James Sheppard, un personaggio interno alla vicenda, medico di King’s Abbot nonché vicino di casa e assistente in questa occasione di Poirot.


CARTE IN TAVOLA

In questo romanzo Poirot si trova ospite di Shaitana, un ricco signore che invita a cena l’investigatore con una scusa: mostrargli la collezione di assassini.

Suo malgrado, proprio Shaitana viene ucciso mentre i suoi ospiti stanno svolgendo delle partite a Bridge.

Sta proprio a Poirot, attraverso i ricordi degli altri personaggi coinvolti riguardanti le partite a carte di quella sera risolvere l’omicidio.

L’utilizzo della psicologia umana e un ottimo metodo d’osservazione permetteranno la ricostruzione dei fatti.


L’investigatore Poirot si annoia e si concentra sulla verità.

POIROT E LA STRAGE DEGLI INNOCENTI

Nella piccola cittadina di Woodleigh Common, in occasione della festività di Halloween, una ragazzina di 13 anni viene affogata in una vasca d’acqua durante una serata di festa e giochi, lontano dagli occhi di tutti.

La crudeltà di questo crimine non intacca minimamente l’ardore di Hercule Poirot che, una volta venuto a conoscenza dell’omicidio, si mette a indagare.

Non accetterà mai l’idea che si tratti dell’opera di un semplice maniaco, bensì penserà che dietro l’assassinio ci sia un chiaro movente.

Una storia che si riteneva dimenticata e che rischia di essere riportata alla luce.

POIROT SI ANNOIA

All’interno di una pensione per studenti si verifica la sparizione di alcuni oggetti, privi di un rilevante valore economico e senza alcun movente apparente.

Tali avvenimenti destano preoccupazione tra i ragazzi ospiti della struttura e nella signora Hubbard, la contabile del pensionato, che, per mezzo della sorella (segretaria di Poirot), decide di domandare aiuto all’investigatore belga.

Quest’ultimo, dopo aver risposto positivamente alla sua richiesta, si ritrova ad avere a che fare con alcuni omicidi che appaiono scollegati con gli eventi precedenti, ma ben presto delineeranno perfettamente il quadro della situazione agli occhi di Hercule Poirot.


IL MISTERO DEL TRENO AZZURRO

Un gioiello di inestimabile valore, un milionario americano con la sua unica figlia infelicemente sposata con un uomo sempre al verde e poco fedele.

Un viaggio dal sud dell’Inghilterra alla Costa Azzurra sul leggendario Treno Azzurro e un efferato omicidio accaduto durante tale viaggio: sono questi gli ingredienti principali che costituiscono questa nuova avventura di Poirot.

Affiancato da Katherine Grey, una giovane ed umile donna inglese da poco entrata in possesso di una notevole eredità, a scoprire la verità e a consegnare alla giustizia il colpevole, usufruendo di tutti i mezzi e tutte le conoscenze a sua disposizione.


QUALE DEI 5 LIBRI GIALLI CHE HO SCELTO VI HANNO SUSCITATO CURIOSITÀ?

I libri elencanti sopra sono quelli che mi hanno coinvolto e appassionato di più, di tutti i romanzi letti finora. L’Europa di metà Novecento ha creato un perfetto scenario per la rappresentazione delle vicende, e l’utilizzo delle cosiddette “celluline grigie”, della razionalità e della logica nella ricostruzione dei fatti e nell’analisi psicologica dei personaggi coinvolti si dimostra ogni volta l’arma più potente ed efficace nella lotta al crimine.

L’assenza delle moderne tecnologie, che si vedono oggigiorno nelle serie tv poliziesche e che appaiono estremamente fondamentali per risolvere omicidi e misfatti di ogni genere. Oltre a Agatha Christie vi sono diversi autori gialli degni di nota, basti pensare a Andrea Camilleri, padre del ben noto Commissario Montalbano.

SIETE D’ACCORDO CON LE MIE SCELTE DELLA GRANDE AGATHA CHRISTIE? CONOSCETE ALTRI ROMANZI POLIZIESCHI?

Jack!

Ti potrebbe piacere:

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x