Buongiorno readers! Oggi partecipo al Review party organizzato in occasione dell’uscita del libro di Cecilia K: No way out. Si tratta di un romance intessuto fino al midollo di temi importanti come violenza sulle donne e famiglia. Pronti a conoscerlo?

No way out: tra fughe e segreti

Kennedy è scappata.
Una notte ha preso le poche cose che le servivano, ha portato con sé un ospite inatteso ed è fuggita dall’inferno che era diventata la sua vita.

Jude ha sempre saputo che scappare non era un’opzione. Tutta la sua esistenza sembra già scritta e lui trascorre le giornate concentrandosi su ciò che lo fa stare bene e gli fa sentire meno la solitudine.

Lei crede nella sincerità.

Lui ha paura di confessare certi segreti.

Insieme sono un terremoto che sgretola le loro certezze, un abbraccio caldo che li fa sentire protetti, ma i demoni che hanno lasciato dietro di sé vogliono distruggere il loro amore.
Li hanno cercati, li hanno trovati e adesso Jude e Kennedy devono affrontarli.


Suspence romance a Boston

Kennedy scappa da Douglas, un uomo violento e da una vita che è stata sempre e solo una menzogna. L’unica persona che la può aiutare è sua nonna Ettie e così in piena notte lascia Pennington e arriva a Boston pronta a rifarsi una vita lontano da violenza e dolore.

Kennedy è in cerca di un nuovo lavoro e, dopo l’ennesima porta in faccia, entra al Sage, un ristorante di lusso, e qui incontra per la prima volta Jude. Jude, oltre ad essere il proprietario del ristorante insieme al suo migliore amico Link, è il capo della malavita di Boston.

Tra i due scatta subito la scintilla ma Kennedy non riesce a lasciarsi andare, ha paura di Jude perché assomiglia troppo all’uomo che fino a qualche mese prima la picchiava. Jude non è come Douglas e lui vuole Kennedy a tutti costi ma nasconde un segreto che non è disposto a confessare.

Il loro passato torna prepotentemente nelle loro vite mettendo a rischio il loro fragile legame. Riusciranno a uscirne vincitori e vivere serenamente il loro amore oppure no?

Doppio pov per No way out

Grazie al doppio punto di vista alternato sono riuscita a entrare subito in sintonia con i due protagonisti.

Kennedy è una donna forte, determinata che per troppo tempo è rimasta succube del marito, ma è anche una guerriera perché nonostante il suo doloroso passato riesce a rialzarsi, a rifarsi una vita e soprattutto a fidarsi nuovamente di un uomo.

Jude è un uomo che dopo aver sofferto per amore decide di chiudere il suo cuore, passa da una donna all’ altra e crede di non meritare più di essere felice. Quando incontra Kennedy se ne innamora subito ma ci vorrà un bel po’ di tempo prima che riesca a capire che merita l’ amore di Kennedy e per lui non sarà facile scendere a patti con i suoi sentimenti.

Ho amato entrambi i personaggi ma Jude mi è rimasto nel cuore, un uomo forte ma allo stesso tempo spezzato, ama Kennedy con tutto se stesso e farà di tutto per proteggerla e tenerla al sicuro.

I personaggi secondari sono tutti ben caratterizzati e giocano un ruolo fondamentale nella storia di Jude e Kennedy. Link e nonna Ettie sono i grilli parlanti della situazione, sempre pronti a dispensare consigli e a supportare i due innamorati.

Scrittura coinvolgente

La scrittura di Cecilia K. è semplice, ma allo stesso tempo riesce a coinvolgere e farti provare le stesse emozioni dei protagonisti. L’alone di mistero che aleggia attorno a Jude, il suo segreto che fino all’ ultimo non viene svelato mi hanno tenuta incollata alle pagine incapace di smettere la lettura.

Un romanzo che alterna momenti divertenti e romantici a momenti di forte tensione e violenza, un mix perfetto che mi ha fatto apprezzare ancora di più il libro.

Temi importanti: violenza sulle donne e famiglia

Come anticipato prima, No way out parla di violenza sulle donne, sia fisica che psicologica, un tema che purtroppo è all’ordine del giorno e che come ci insegna Kennedy, si deve combattere per uscirne e non soccombere a un uomo violento.

La famiglia è l’altro tema principale, perché non sempre la famiglia è quella tradizionale, molto spesso con famiglia si intendono gli amici e le nonne “acquisite” che entrano a far parte della nostra vita arricchendola di amore, protezione e saggi consigli.

In conclusione

Tutti nella vita commettiamo errori, commettiamo atti alquanto discutibili perché distrutti dal dolore e dalla disperazione ma dobbiamo capire quando è il momento di chiedere aiuto per non soccombere del tutto.

Meritiamo che ci venga concessa una seconda occasione, anche se Kennedy ne concederà più di una a Jude, perché amare significa anche perdonare. È il primo libro che leggo di Cecilia K. e ne sono rimasta colpita, è stata una piacevole scoperta e andrò a recuperare sicuramente gli altri libri scritti da lei.

Consiglio la lettura di No way out se amate i suspence romance e vi piacciono anche le protagoniste toste e senza peli sulla lingua e protagonisti che non sempre sono i classici bravi ragazzi.

Classificazione: 5 su 5.

Valentina!

Ti potrebbe piacere:

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
%d