Buongiorno readers! Oggi sono qui per un articolo in collaborazione col Collettivo Scrittori Uniti e vi consigliamo 5 libri fantasy e/o horror che incarnano perfettamente la Spooky season. Pronti a scoprirli insieme?

Cosa è la spooky season? Ultimamente sentiamo spesso questa espressione importata dall’estero e si intende la stagione “spettrale” o sinistra che caratterizza il periodo di Halloween. Con i colori caldi e di passaggio dell’autunno si vuole ricreare l’atmosfera quasi esoterica della festa anglo-americana più famosa di sempre. Noi rimaniamo in tema e vi proponiamo 5 autori del Collettivo!

Ecco i 5 libri fantasy/horror per sentire la Spooky season!

Il giorno delle anime

di Marta Arvati

*Un paranormal fantasy che unisce magia e passione*

Avrei ucciso per lei. Sarei morto per lei. Ma per salvarla, dovevo perderla. “Non si può sfuggire a ciò che si è.”

Fin da piccola Nova è stata cresciuta come una Strega, ma a vent’anni decide di diventare un Randagio: si schiera tra coloro che salvaguardano gli umani, sempre e comunque. Anche Matthias e Nathaniel sono due Randagi, due amici che hanno lottato contro le loro famiglie di Scudieri e Paladini per preservare la loro amicizia.

Ora hanno un solo obiettivo: impedire che la guerra tra Paradiso e Inferno possa sfociare nell’Apocalisse.

Una guerra che imperversa da secoli, ma che ha ormai smarrito il senso originario di lotta tra il Bene e il Male ed è divenuta una battaglia per ottenere la supremazia e il potere assoluto. Nova li incontra in seguito al suo trasferimento nella cittadina di Blue Hill e decide di provare a fidarsi di loro, due ragazzi che con il loro umorismo e voglia di fare la coinvolgono nella quotidianità delle loro missioni.

Nova sente crescere i suoi poteri come non mai e capisce che forse, in quel posto, può finalmente trovare pace. Da quel momento il terzetto, aiutato da un angelo che rivela in gran segreto delle informazioni utili, ha un unico scopo: trovare la potente Lacrima di Dio e il demone e l’angelo originari, ma cosa essi siano non è chiaro a nessuno.

Tre anime tormentate e un amore che sboccia inatteso. Nathaniel, colui che la fa sempre sorridere e Matthias, capace di autodistruggersi per impedirsi di vivere le emozioni che sente. Può l’Amore farti andare contro la tua stessa natura? O è meglio rinunciarvi fin da subito? “Noi insieme siamo luce in questa vita piena di tenebre e dolore…”


Alpha con(tro) Alpha

di Lara D’Amore

Figlio di una società che discrimina gli uomini e le donne per il loro genere secondario, Roy Baker è un giovane alpha di sedici anni con il cuore già pieno di cicatrici, che ha imparato presto a disprezzare gli omega per la loro fragilità.

È per questa sua avversione che Mark Foreman, anche lui alpha e grande sostenitore dell’uguaglianza dei generi, lo vede come un bullo.
I due frequentano la stessa scuola e lo scontro non tarderà ad arrivare.

Una questione d’onore per Roy, l’alpha dagli occhi di ghiaccio, tanti piercing e il tatuaggio di una croce celtica sul collo, pronto a fare a botte col mondo intero.

Un gioco intrigante per Mark, detto il Corvo, l’alpha difensore degli omega, dagli abiti neri e l’aria scaltra sotto la lunga frangia.
Può l’odio a prima vista avere una ragione più profonda?

Sarà il gusto del gelato al pistacchio a segnare il loro inizio, tra paure, incertezze e una buona dose di coraggio nell’andare contro le regole che ci vengono imposte.


22

di Barbara Malaisi

22. Albina, la protagonista, che porta il nome di sua nonna materna, è una giovane donna di 45 anni professionalmente realizzata, ma con un passato sentimentale disastroso alle spalle.

Il suo migliore amico, Emilio, una sera in cui stanno cenando insieme a casa di lei, fa accidentalmente cadere lo scrigno di legno che la nonna le aveva regalato anni prima insieme ai Tarocchi lì custoditi, rivelando l’esistenza di un doppio fondo contenente un quaderno, in cui l’antenata racconta una verità piuttosto scomoda e del tutto ignota sulla famiglia di cui ambedue fanno parte.

In un crescendo di tensione, in cui l’emersione delle antiche verità si intreccia al sentimento nascente tra Albina ed Emilio, alle carte dei Tarocchi che iniziano a “comunicare” con Albina in un modo alquanto bizzarro e alla presenza di uno sconosciuto che la minaccia di morte, Albina dovrà trovare in una nuova identità la forza di affrontare le sfide che la vita, in maniera del tutto inattesa, le presenta.


L’erede di Ethel – Il Grande Vallo 

di Chiara Tremolada

La storia è rivolta a un pubblico di età superiore ai sedici anni (per via di numerose scene di violenza e tortura, oltre ad altri contenuti espliciti che si susseguono nella narrazione) e si svolge in un mondo immaginario, in un continente denominato Talamh, suddiviso in tre grandi nazioni: il Regno di Ethel, il Mèinn-Ghuail e il Sultanato di Fàsach.

La lingua più diffusa è il Deurka, il cui vocabolario è basato per lo più su una commistione di lingue europee. La seconda lingua in uso nel Talamh è il Fàsach, composto da termini di origine africana o asiatica. Le tecnologie a disposizione dei personaggi che muovono la storia si collocano a metà tra il tardo medioevo (per quanto riguarda abbigliamento, abitazioni, arti e mestieri) e il primo Ottocento (per quanto concerne strumenti musicali e imbarcazioni).

L’opera si colloca nel filone del fantasy classico ma la vicenda narrata, pur muovendosi in un mondo impregnato di magia, si focalizza su contrasti causati da differenze culturali, ideologiche e interessi personali. Tema centrale sono i popoli alla ricerca di un’identità e di un modo per coesistere, con uno sguardo ai profughi che una guerra necessariamente provoca e che sono costretti ad abbandonare la propria casa per inserirsi in un tessuto sociale differente da quello d’origine.

La protagonista è Erin Dìthean Flin, secondogenita della famiglia reale del Regno di Ethel, divenuta regina suo malgrado, a seguito della morte in battaglia di sua sorella Alba. In questo volume, Erin prende le redini di uno stato in guerra sull’orlo della carestia. Fin da subito si rivela troppo giovane e inesperta per il compito che le è stato affidato. Inoltre, in un Regno fondato sui poteri distruttivi e divini della regina (poteri concessi in dono da Ethel, una leggendaria ninfa guerriera), non riesce a conciliare la necessità di combattere in prima persona con la sua natura di guaritrice e la tua totale incapacità nel combattimento.

A seguito delle continue umiliazioni subite in ambito militare, matura la decisione di proporre un trattato di non belligeranza al Nobile Signore, il governante del Mèinn-Ghuail.

Dopo una trattativa condotta a Lùths, nella capitale nemica, Erin ottiene la sospensione della guerra a tempo indeterminato e fa rientro nel suo Regno, accolta come la pacificatrice del Talamh. 

Circa un anno dopo, però, il Nobile Signore viola il trattato di non belligeranza e, grazie alle condizioni accettate da Erin e criticate dai generali in fase di trattativa, l’esercito del Mèinn-Ghuail riesce con facilità a conquistare il Regno di Ethel.

In fase di evacuazione della capitale del Regno di Ethel, almeno per quanto riguarda l’ambito civile, Erin si comporta per la prima volta come la regina che avrebbe sempre dovuto essere, mette in salvo la popolazione e si trova infine a scappare da una città deserta e sotto assedio, con l’aiuto di un amico di nome Robert.

A seguito di un imprevisto, però, Erin si trova sola, in mezzo al mare, su una scialuppa senza vela né remi, impossibilitata a morire di stenti a causa del suo potere di guarigione che fa di tutto per mantenerla in vita, tra incubi e allucinazioni causati dalla disidratazione. Questo arco narrativo si chiude quindi con un Regno distrutto e la protagonista morente, della quale il destino sembra ormai segnato.


Il Senza Morte, il Senza Sogni e gli Altri Oscuri Compagni

di Giuliano Olivotto

Questa antologia soprannaturale inizia in un tardo pomeriggio piovoso con un violinista anziano e fragile che va a procurarsi nuovi spartiti per la sua imminente esibizione. L’uomo scheletrico, Aaron, è così vecchio che sembra poter avvizzire fino a diventare solo polvere, eppure, nonostante ciò affascina il suo pubblico con tutta la maestria di un uomo che ha fatto del suo violino un compagno di vita. 

In un’altra notte nera come la pece, nel caldo soffocante del sud, un venditore di giocattoli fa un lungo viaggio per tornare a casa dalla moglie e dai figli. Lungo il tragitto, un giovane e vivace autostoppista di nome Matt gli chiede un passaggio.

Il venditore, Henry, lo accontenta gentilmente. Tutto sembra andare bene finché una trasmissione radiofonica non avverte della presenza di un serial killer in autostop e il comportamento di Matt cambia. John, il camionista, non ha mai rifiutato un passaggio e questa notte non è stata da meno. Così, quando scorge una figura scura che cammina lungo la strada, accosta prontamente per far salire l’uomo.

All’insaputa di John, Rick era appena fuggito dalla scena di un crimine: aveva appena dato fuoco a un’auto con dei cadaveri sul retro. Ma Rick avrebbe dovuto scegliere l’auto per la fuga con più attenzione.

[La prima graphic novel mostra due teppisti che vanno a disturbare l’uomo sbagliato. L’uomo che vogliono derubare non è davvero un uomo e il loro errore sarà l’ultimo].

Quando la maggior parte delle persone sogna, non ha alcun controllo sull’ambiente in cui si trova, ad eccezione dei pochi che sognano lucidamente. Controllare la propria realtà inconscia sembra piacevole e Boole Pent può fare proprio questo. O, almeno, lo poteva fare fino a quando non ha smesso di sognare. Nessun trattamento, nessun rimedio a base di erbe è servito e ora la sua ultima speranza è il trattamento da parte di uno psicologo, o almeno così crede.

Un uomo di nome Liam si sveglia da un incubo e viene catturato dal ticchettio di un orologio, un suono inquietante accompagnato da una luce ritmica in lontananza. Per sfuggire al malessere procurato dal residuo degli incubi e dal sinistro ticchettio esce di casa e trova una piccola biglia di vetro trasparente con una pallina di plastica verde al suo interno percorsa da una striscia bianca. Per tutta la vita la pallina lo chiama.    

Nolan era un uomo onesto e premuroso. Faceva sempre la cosa giusta. Tutto è cambiato quando è intervenuto in aiuto di un anziano signore picchiato da una banda di teppisti. Quando li ha affrontati, hanno spostato la loro attenzione su di lui, massacrandolo e mortificandolo.

Nel letto d’ospedale Nolan decide che non sarà mai più una vittima e inizia a pianificare la sua vendetta. Lupo Grigio, invece, porta con sé una maledizione da cui i suoi antenati aborigeni lo avevano messo in guardia: è un Wendigo. Nolan e Lupo grigio incroceranno i loro cammini e non sarà facile capire chi è la bestia e chi l’uomo.

[Il secondo romanzo grafico mostra un bambino che ficca il naso dove non dovrebbe e viene imprigionato al di fuori del proprio corpo]. Nell’ultimo racconto oscuro, seguiamo un giovane figlio di papà di nome Chaco. Chaco gode delle ricchezze del padre, ricevendo ogni mese una somma molto remunerativa. Tuttavia, ciò che desidera veramente è la compagnia.

Una sera, al bar, una donna incredibilmente affascinante si interessa a lui. Le scintille del romanticismo accendono il fuoco della passione, Chaco sa di aver trovato l’amore della sua vita. Tuttavia, dopo un fidanzamento velocissimo e un matrimonio a tempo di record, le fiamme tra loro si riducono a brace. Sentendosi trascurato, Chaco scopre che sua moglie non è quello che sembra. 


Atmosfera da esoterismo o spettrale?

Amo Halloween e mi è sempre piaciuto vedere cosa si distingue in questo periodo. Probabilmente a canalizzare la mia passione sono stati i film di Tim Burton e di Guillermo del Toro, di cui devo ancora finire di recuperare pochi film. La spooky season è un momento magico che fa emergere in me la mia passione per il fantasy, l’esoterismo e perché no quel poco di horror che riesco a vedere.

Alcuni autori già li conoscevo e ho letto cose loro, altri è stato un piacere scoprirli! Voi che libri conoscevate già?

Clara!

Informazioni sull'autore

Ho aperto Dreamage Blog nel 2017! Sotto sotto sono la più ansiosa delle blogger e quella che legge di più. Viaggio e fotografo in giro per il mondo, ma insieme a me ho sempre qualcosa da leggere, non importa il genere! Lavoro come Content creator e Social Media Manager, se cercate una mano a gestire i vostri profili contattatemi!

Ti potrebbe piacere:

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
%d