Buonasera miei cari readers, oggi ho finito di vedere il drama sudcoreano di cui vi parlerò. Mi sono persa nella notte nella visione di questa storia: diversa e intrigante, piena di concetti profondi e riflessioni sulla realtà medica. 

Medical drama decisamente intrigante, si parte subito a bomba nel primo episodio con una introduzione su i due protagonisti della storia.

Romantic doctor Kim, un drama sensazionale che parla di principi.

La storia si suddivide in 21 episodi di circa un ora, abbiamo moltissimi cliffhanger che ci lasciano col fiato sospeso. Essendo un drama specialistico, indirizzato agli appassionati del campo medico le vicende risultano essere in alcune parti complesse.

Ma vediamo i personaggi principali:

Boo Yon Joo è uno dei dottori più difficili che io abbia mai visto in una storia, fin da subito il nostro dottorino da strapazzo è arrogante e scontroso. Nonostante il suo atteggiamento, sarà uno dei personaggi più affascinati che si possano incontrare. Mi ha tenuta appiccicata allo schermo, come un chewgum fastidioso. Un attore coi fiocchi, dalle grandissime capacità recitative; penso vedrò altri suoi personaggi.

Un personaggio complesso, pieno di buchi e interrogativi mai svelati davvero nel drama. Eppure non stanca, sarà la sua forza d’animo oppure la sua vocazione medica? Ho amato di certo il suo bisogno di aiutare sempre il paziente, anche quando non vi era più nulla da fare. I suoi traumi diventano reali, grazie alla interpretazione di una Seo Hyun Jin ricca di sfumature. Non è una delle mie protagoniste preferite, ma non è nemmeno da buttare via. Va vista per capire se può piacere o no.

Un bell’attore davvero, ma a colpire non è certo il suo viso d’adone o il suo corpo. Yeon Seok ha dato vita ad un medico marchiato dal dolore, dalle difficoltà della vita; nonostante tutto ha un modo suo di crescere e dimostrare allo spettatore la sua cocciutaggine (una caratteristica che condivido col personaggio). Ho davvero apprezzato la sua forza d’animo e il suo giudizio in campo lavorativo; una lealtà, che come ci dimostra la storia, non tutti sanno mantenere.

Vi è un personaggio di cui vi ho già parlato qui.

Jin Kyung, anche qui la vediamo nel ruolo di caposala, la sua interpretazione è decisamente diversa, infatti la vediamo urlare letteralmente in momenti critici. Grazie a lei, possiamo godere maggiormente di una lealtà lavorativa e fiducia stupefacente, ogni azione è misurata e viva grazie a lei.

La storia è ricca, ogni ostacolo o avvenimento è ben studiato e mantiene un suo perché. Non è certo una storia a spirale, come le definisce Eco, bensì ogni personaggio cresce e le situazioni cambiano sempre. Lo consiglio per chi vuole capire un po’ questo mondo, quanto un’ospedale scadente possa essere importante in ogni realtà, soprattutto vicino ad una autostrada. E purtroppo parlando di autostrade, io da Genovese posso capire a pieno i disagi. Grazie a questo drama, lo spettatore si trova li catapultato in un mondo di riflessione che tutti dovremmo fare.

Classificazione: 4 su 5.

Quale personaggio vi ha legato allo schermo portandovi fino alla fine??

Clara!

Informazioni sull'autore

Sono la Boss di Dreamage Blog, ma sotto sotto sono la più ansiosa delle blogger e quella che legge di più. Viaggio e fotografo in giro per il mondo, ma insieme a me ho sempre qualcosa da leggere, non importa il genere!

Ti potrebbe piacere:

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: