Collaborazione,  Over the Rainbow,  Recensioni

Recensione – “ESCAPE” di Corinna Corti

Buon Lunedì readers! Come state? Oggi si ritorna a scuola, non ad Hogwartz purtroppo ma alla St. Patrick all’interno di Escape! Siete curiosi?

Vi avevo già parlato di questo romanzo, primo di una serie fantasy. Potete leggere la trama:


Quante volte avete qualcosa da leggere ma vi sentite titubanti prima di intraprendere una lettura? A me sta capitando spesso, anche con Escape ero titubante e potrebbe essere anche una conseguenza dell’impatto “scioccante” (o inusuale) del prologo, il quale descrive una particolare scena “hot”. Ma non fatevi spaventare!

All’inizio non pensavo di imbattermi in una lettura parecchio sessuale o erotica, non so ancora bene come definirla, ingenuamente pensavo di leggere solo ed esclusivamente di “magia” o meglio il punto focale sulla geniale psicocinesi, invece è stato tutt’altro. Forse un miscuglio non del tutto congeniale? Forse ci sarebbe voluta una maggiore presenza “magica”?

La storia vede un richiamo storico alla famosa guerra delle due rose in Inghilterra, personalmente ho amato molto questo richiamo, è riuscito a condire di suspense al punto giusto la stessa narrazione. Si parte da un inquadratura della scuola in cui è ambientata la storia, la St. Patrick, una scuola dallo stile neogotico in grado di richiamare alla memoria i paesaggi tipici inglesi e nella lettura si scopre non solo il quadro storico particolarmente differente dal nostro ma persino la presenza della politica e del potere nella stessa scuola, un ottimo richiamo alle esigenti richieste famigliari e alla vita della nobiltà.

In questa storia narrata sia dal protagonista sia da un narratore esterno, un mix ben assortito oserei direi, scopriamo il grande astio di Dean Wright verso il suo “antagonista/nemico” giurato Ethan Blake, ma sarà davvero così? I due ragazzi si affronteranno come avversari per la guerra delle due rose?

Vi avverto già, non so sapremo come andrà la guerra in questo volume, poiché è il primo di una serie. Tutto ciò mi rallegra!

Il romanzo è intrigante e coinvolgente, particolare in alcune parti, ma riesce a mantenere accesso l’interesse del lettore, grazie alla stessa scrittura dell’autrice che riesce a interessare chi lo legge anche durante le descrizioni tecniche della psicocinesi, elemento raro tra gli autori!

Ho amato l’idea della psicocinesi, geniale oserei dire, però avrei voluto leggerne di più, non solo nella scuola ma all’interno della famosa faida. Oltre a ciò mi sarebbe piaciuto avere più scene di interazione tra i due ragazzi così da arrivare con maggiore naturalezza all’instaurarsi dei sentimenti e forse di quell’acerbo amore, come mi sarebbe piaciuto conoscere meglio il ruolo della enigmatica Lady Electra, tutt’ora non so se amarla o odiarla. E voi che opinione avete in merito a questo personaggio?

Parlando di Lady Electra, non posso non parlarvi della caratterizzazione dei personaggi, ahimè ho notato maggiore cura per i principali personaggi, un pelino meno per quelli secondari come la famiglia di Wright o i suoi amici. Spero di vedere una maggiore caratterizzazione dei personaggi nel volume seguente.

Nel complesso è un bel romanzo, quasi completo e con elementi interessanti che se sviluppati bene anche nei libri a venire possono renderlo una piccola perla letteraria. Spero di veder crescere narrativamente l’autrice e scoprire come si evolverà la storia, lo attendo con ansia!

Voto: 📚📚📚📚/5

La vostra Clara!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *