Autore,  Segnalazioni

Segnalazione: Mercoledì di Rebecca Quasi!

Hi readers, oggi vi parlerò di libro dove un padre avrà un relazione carnosa con la preside della propria figlia. Curiosi?

Titolo: Mercoledì

Autore: Rebecca Quasi

Editore: Self Publishing

Genere: Romance Contemporaneo

Release Date: 6.05.2020


Prendere una sbandata con i fiocchi per la preside del liceo della propria figlia e avviare una comoda, ma segreta non-relazione a sfondo sessuale, potrebbe rivelarsi un tantino impegnativo, soprattutto se, a causa di un divorzio fuoco e fiamme, non si conosce affatto questa figlia dalla vita sociale pari a zero e vive in una città di provincia. Questo è ciò che accade a Michele Bastiamante, editore di successo, e a Nera Valdraghi, preside di un liceo. La disinvoltura di Michele si scontrerà con il perbenismo di Nera in uno scambio tra il serio e il faceto che ridisegnerà la vita di entrambi.


Una sinossi piccante e travolgente, dove un famoso editore si invaghirá della Preside del Liceo della propria figlia. Così tra i due nascerà una scintilla incontrollabile che condurrà la loro relazione ad un fuoco insaziabile.

Come nasconderá questa relazione così infuocata? Avrà dei lati negativi sul suo divorzio?

Voi cosa ne pensate di questo romanzo peccaminoso?

Estratto: La sua accompagnatrice scostò la porta, lui entrò e la prima immagine che ebbe della preside del liceo scientifico “Niccolò Copernico” fu il suo fondoschiena. Il suo magnifico fondoschiena, per essere precisi. La donna era china a novanta gradi in una posizione piuttosto precaria che le consentiva, però, di armeggiare con i fili del computer che pendevano tra il muro e la scrivania. 

«Ma porco giuda, Cavalli» imprecò, «si può sapere chi ha incasinato così i fili?» 

Michele tossì. Gli sembrò la cosa più elegante da fare per segnalare che non era Cavalli. La donna si tirò su di scatto, rivelando, come seconda immagine, una chioma rossa, lunga e tutt’altro che adatta al ruolo di dirigente scolastico. Perfettamente in pendant con il fondoschiena, però. Infine, girandosi, esibì il viso, un ovale bello e freddo, con due occhi metallici e chiarissimi che mettevano in ombra tutto il resto. Anche il fondoschiena, il che era tutto dire. 

«Michele Bastiamante?» domandò. Non sembrava per nulla imbarazzata dall’essere stata sorpresa a imprecare come un carrettiere. 

«Sono io.»

L’autrice: Rebecca Quasi è una signora di mezza età che scrive per hobby.

La vostra Sara!

+ posts

Sono una ragazza dalle mille sfumature, innamorata dell'intrattenimento intrigante come libri e film incentrati su thriller, fantasy o storici. Amo scoprire nuovi paesaggi ascoltando sempre la musica di Michael Jackson.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *